La cardiologia aretina ai vertici mondiali: studio del San Donato tra le scoperte scientifiche più importanti del 2020. Il plauso del vicesindaco

1' di lettura 12/01/2021 - Lucia Tanti: “entro l’estate, Covid permettendo, la terza edizione degli stati generali della sanità aretina”.

“Il mio plauso va al reparto di cardiologia del San Donato, ancora una volta confermatosi eccellenza di livello internazionale. Apprendiamo infatti la notizia che un suo studio, pubblicato in estate nella più importante rivista cardiologica del mondo, è stato incluso nella lista dei lavori scientificamente più rilevanti dell’anno. L’ambito della ricerca è quello delle aritmie, i collaboratori della cardiologia aretina, medici canadesi che fanno capo al professor Robert Hamilton dell’università di Toronto, dimostrano - ha detto il vicesindaco Tanti - la capacità di Arezzo di fare sistema con centri rinomati e all’avanguardia.Trova conferma dunque il fatto che il personale sanitario di cui dispone l’ospedale cittadino non è secondo a nessuno. Questa presa d’atto deve tuttavia accompagnarsi a un forte investimento a vantaggio della struttura sanitaria e dell’intero comparto, dalla riqualificazione dell’area del Pionta mettendo a sistema le palazzine a oggi in condizioni fatiscenti all’attivazione dell’Istituito di ricovero e cura a carattere scientifico che rilanci e metta al centro l’oncologia. Anche di questi temi parleremo entro l’estate, Covid permettendo, durante la terza edizione degli stati generali della sanità aretina. In un’edizione stavolta più “di popolo” e meno professionale e accademica".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-01-2021 alle 08:06 sul giornale del 13 gennaio 2021 - 124 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bIUJ